Tempistiche per l’ottenimento del Reddito di Cittadinanza: ecco quali sono

Il Reddito di Cittadinanza può essere richiesto dopo il quinto giorno di ciascun mese, presso il gestore del servizio integrato . Il Rdc può anche essere richiesto mediante modalità telematiche, alle medesime condizioni stabilite in esecuzione del servizio affidato. Le richieste del Rdc possono essere presentate presso i centri di assistenza fiscale, previa stipula di una convenzione con l’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS).

Con riferimento alle informazioni già dichiarate dal nucleo familiare a fini ISEE, il modulo di domanda rimanda alla corrispondente DSU, a cui la domanda è successivamente associata dall’ INPS. Le informazioni contenute nella domanda del Reddito di Cittadinanza sono comunicate all’INPS entro dieci giorni lavorativi dalla richiesta.

Il Reddito di Cittadinanza è riconosciuto dall’INPS ove ricorrano le condizioni. Ai fini del riconoscimento del beneficio, l’INPS verifica, entro cinque giorni lavorativi dalla data di comunicazione, il possesso dei requisiti per l’accesso al Rdc sulla base delle informazioni disponibili nei propri archivi e in quelli delle amministrazioni collegate. A tal fine l’INPS acquisisce, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, dall’ Anagrafe tributaria, dal Pubblico registro automobilistico e dalle altre ammipubbliche detentrici dei dati, le informazioni rilevanti ai fini della concessione del Reddito di Cittadinanza.

In ogni caso il riconoscimento da parte dell’INPS avviene entro la fine del mese successivo alla trasmissione della domanda all’Istituto.