Uncategorized · Web

Facebook è morto e la sua eredità passa alle community di medio livello

Non è un segreto il fatto che i social network abbiano perso la popolarità che avevano qualche anno fa. Se prendiamo come esempio Facebook, il social network per antonomasia, è oggi diventato un luogo di ritrovo per personaggi attempati, o comunque per gente di una certa età. Non dico che sia diventato il corrispettivo telematico di un centro anziani ma ci siamo quasi: la linea evolutiva che ha seguito è quella. La fascia più giovane di età ha abbandonato l’uso attivo di Facebook già da quasi cinque anni ormai: in Italia la fase esplosiva del social di Zuckerberg si ebbe tra il 2009 e il 2013, anno in cui si raggiunse un picco vertiginoso di utenti a motivo della diffusione degli smartphone (anche tra gli adulti), poi è andato scemando. Oggi Facebook si usa soprattutto tra gli utenti di mezza età: mamme, attivisti, gente attiva socialmente. Ma la linfa portante del fenomeno social è spenta. L’ultima volta che sono entrato su Facebook mi sembrava di essere sbarcato su un Twitter 2.0: vedevo solo post di gruppi con discussioni sopra discussuoni e gente che litigava su ogni cosa per ogni minimo pretesto, come se andasse a cercare la discussione social per cercare di sopire internamente quella rabbia interna del loro vivere civile nella realtà. Ma la percezione di fondo è comunque la stessa, e cioè a dire che i social network cosa sono diventati se non una gogna mediatica dove esporre tutto il meglio, quindi il peggio, di noi stessi? È una corrida, uno show finito male, un qualcosa di ormai inattuale e dagli effetti oggi quasi circensi. Domanda: qual’è dunque il futuro del vivere sociale sul web? Esiste un futuro per i social network ‘nativi’ o questi sono destinati a sparire per far spazio alle migliaia di piccole cerchie che si radunano sul web: le ‘community’ targetizzate, quelle cose che ci piacciono, che seguiamo e per cui la gente si mette insieme. La community più famosa in Italia è certamente quella di Youtube, che, bisogna specificarlo, non è un social network, o almeno non solo quello. È pur sempre gente che ha a che fare con i video, in relazione aperta con l’editing, o con il gaming magari, ma il target c’è sempre: si parla di video. È così è un po’dovunque nel web: si va dal piccolo forum di aeromodellismo tipo il Barone Rosso alla community di makers come Instructables o Hackaday, e tutto questo mettendo insieme gente appassionata di qualcosa. Anche Instagram, che in un certo senso ha sostituito Facebook, è in realta una grande community per le foto, non un social generalista. Se non fosse che insieme a Instagram sono arrivate le storie (opera di Snapchat) che hanno largamente sostitito stati e album di Facebook. La chat è stata ereditata da Whatsapp, che è diventato un po’ l’Msn mobile della situazione, sostituendo a sua volta quasi interamente gli sms. Ma non a tutti piace postare foto.

Alcuni invece ritebgono sia meglio spiegare i fatti con le parole, o semplicemente quello di cui si occupano si può spiegare solo a parole, ed è per questo che si rifugiano su Twitter, anche lì gogna mediatica infinita ma utile come rss personale e fonte di ciò che acccade nel mondo, specialmente se in tempo reale.
L’informazione, quella vera, sembra quindi non destinata a concentrarsi nel generalismo ma nella specializzazione. Così come nella vita reale, ognuno segue i suoi interessi costruendo l’informazione competente sul web. Per tutto il resto c’è  Whatsapp, naturalmente.

Uncategorized

Elenco completo dei CAP italiani (aggiornato 2019)

Ecco una lista completa di tutti i Codici di Avviamento Postale in Italia aggiornata. Comprende tutte le 93 province italiane e le 14 città metropolitane. Fa parte della lista anche la Repubblica di San Marino e la Città del Vaticano in quanto entrambi parte del sistema postale dello Stato Italiano.

Nonostante il numero delle province italiane sia superiore a 100  i codici numerici sono stati tutti definiti. Risultano non utilizzati tuttora il 49xxx, il 69xxx, il 68xxx, il 79xxx, il 78xxx, il 77xxx e il 99xxx.

CITTÀ METROPOLITANA
Provincia
Sigla Regione CAP del capoluogo CAP degli altri comuni
Agrigento AG Sicilia 92100 920xx (da 92010 a 92029)
Alessandria AL Piemonte 151xx (15121-15122) 150xx (da 15010 a 15079)
Ancona AN Marche 601xx (da 60121 a 60131) 600xx (da 60010 a 60048)
Aosta AO Valle d’Aosta 11100 110xx (da 11010 a 11029)
Arezzo AR Toscana 52100 520xx (da 52010 a 52048)
Ascoli Piceno AP Marche 63100 630xx (da 63061 a 63096)
Asti AT Piemonte 14100 140xx (da 14010 a 14059)
Avellino AV Campania 83100 830xx (da 83010 a 83059)
BARI BA Puglia 701xx (da 70121 a 70132) 700xx (da 70010 a 70059)
Barletta-Andria-Trani BT Puglia 76121 (Barletta), 76123 (Andria), 76125 (Trani) 760xx (da 76011 a 76017)
Belluno BL Veneto 32100 320xx (da 32010 a 32047)
Benevento BN Campania 82100 820xx (da 82010 a 82038)
Bergamo BG Lombardia 241xx (da 24121 a 24129) 240xx (da 24010 a 24069)
Biella BI Piemonte 13900 138xx (da 13811 a 13899)
BOLOGNA BO Emilia-Romagna 401xx (da 40121 a 40141) 400xx (da 40010 a 40069)
Bolzano BZ Trentino-Alto Adige 39100 390xx (da 39010 a 39058)
Brescia BS Lombardia 251xx (da 25121 a 25136) 250xx (da 25010 a 25089)
Brindisi BR Puglia 72100 720xx (da 72010 a 72029)
CAGLIARI CA Sardegna 091xx (da 09121 a 09134) 090xx (da 09010 a 09048)
Caltanissetta CL Sicilia 93100 930xx (da 93010 a 93019)
Campobasso CB Molise 86100 860xx (da 86010 a 86049)
Caserta CE Campania 81100 810xx (da 81010 a 81059)
CATANIA CT Sicilia 951xx (da 95121 a 95131) 950xx (da 95010 a 95049)
Catanzaro CZ Calabria 88100 880xx (da 88020 a 88070)
Chieti CH Abruzzo 66100 660xx (da 66010 a 66054)
Città del Vaticano 00120
Como CO Lombardia 22100 220xx (da 22010 a 22079)
Cosenza CS Calabria 87100 870xx (da 87010 a 87076)
Cremona CR Lombardia 26100 260xx (da 26010 a 26049)
Crotone KR Calabria 88900 888xx (da 88811 a 88842)
Cuneo CN Piemonte 12100 120xx (da 12010 a 12089)
Enna EN Sicilia 94100 940xx (da 94010 a 94019)
Fermo FM Marche 63900 638xx (da 63811 a 63858)
Ferrara FE Emilia-Romagna 441xx (da 44121 a 44124) 440xx (da 44010 a 44049)
FIRENZE FI Toscana 501xx (da 50121 a 50145) 500xx (da 50010 a 50068)
Foggia FG Puglia 71121 e 71122 710xx (da 71010 a 71049)
Forlì-Cesena FC Emilia-Romagna 471xx (Forlì, 47121-47122) 470xx (da 47010 a 47043) e 475xx
Frosinone FR Lazio 03100 030xx (da 03010 a 03049)
GENOVA GE Liguria 161xx (da 16121 a 16167) 160xx (da 16010 a 16049)
Gorizia GO Friuli-Venezia Giulia 34170 340xx (da 34070 a 34079)
Grosseto GR Toscana 58100 580xx (da 58010 a 58055)
Imperia IM Liguria 18100 180xx (da 18010 a 18039)
Isernia IS Molise 86170 860xx (da 86070 a 86097)
L’Aquila AQ Abruzzo 67100 670xx (da 67010 a 67069)
La Spezia SP Liguria 191xx (da 19121 a 19137) 190xx (da 19010 a 19038)
Latina LT Lazio 04100 040xx (da 04010 a 04029)
Lecce LE Puglia 73100 730xx (da 73010 a 73059)
Lecco LC Lombardia 23900 238xx (da 23801 a 23899)
Livorno LI Toscana 571xx (da 57121 a 57128) 570xx (da 57014 a 57039)
Lodi LO Lombardia 26900 268xx (da 26811 a 26867)
Lucca LU Toscana 55100 550xx (da 55010 a 55064)
Macerata MC Marche 62100 620xx (da 62010 a 62039)
Mantova MN Lombardia 46100 460xx (da 46010 a 46049)
Massa-Carrara MS Toscana 54100 (Massa) 540xx (da 54010 a 54038)
Matera MT Basilicata 75100 750xx (da 75010 a 75029)
MESSINA ME Sicilia 981xx (da 98121 a 98168) 980xx (da 98020 a 98079)
MILANO MI Lombardia 201xx (da 20121 a 20162) 200xx (da 20010 a 20099)
Modena MO Emilia-Romagna 411xx (da 41121 a 41126) 410xx (da 41010 a 41059)
Monza e Brianza MB Lombardia 20900 208xx (da 20811 a 20886)
NAPOLI NA Campania 801xx (da 80121 a 80147) 800xx (da 80010 a 80079)
Novara NO Piemonte 28100 280xx (da 28010 a 28079)
Nuoro NU Sardegna 08100 080xx (da 08010 a 08049)
Oristano OR Sardegna 09170 090xx (da 09070 a 09099) e 080xx
Padova PD Veneto 351xx (da 35121 a 35143) 350xx (da 35010 a 35048)
PALERMO PA Sicilia 901xx (da 90121 a 90151) 900xx (da 90010 a 90049)
Parma PR Emilia-Romagna 431xx (da 43121 a 43126) 430xx (da 43010 a 43059)
Pavia PV Lombardia 27100 270xx (da 27010 a 27059)
Perugia PG Umbria 061xx (da 06121 a 06135) 060xx (da 06010 a 06089)
Pesaro e Urbino PU Marche 61121 e 61122 (Pesaro), 61029 (Urbino) 610xx (da 61010 a 61049)
Pescara PE Abruzzo 651xx (da 65121 a 65129) 650xx (da 65010 a 65029)
Piacenza PC Emilia-Romagna 291xx (29121 e 29122) 290xx (da 29010 a 29029)
Pisa PI Toscana 561xx (da 56121 a 56128) 560xx (da 56010 a 56048)
Pistoia PT Toscana 51100 510xx (da 51010 a 51039)
Pordenone PN Friuli-Venezia Giulia 33170 330xx (da 33070 a 33099)
Potenza PZ Basilicata 85100 850xx (da 85010 a 85059)
Prato PO Toscana 59100 590xx (da 59011 a 59026)
Ragusa RG Sicilia 97100 970xx (da 97010 a 97019)
Ravenna RA Emilia-Romagna 481xx (da 48121 a 48125) 480xx (da 48010 a 48027)
REGGIO CALABRIA RC Calabria 891xx (da 89121 a 89135) 890xx (da 89010 a 89069)
Reggio Emilia RE Emilia-Romagna 421xx (da 42121 a 42124) 420xx (da 42010 a 42049)
Rieti RI Lazio 02100 020xx (da 02010 a 02049)
Rimini RN Emilia-Romagna 479xx (da 47921 a 47924) 478xx (da 47814 a 47866)
ROMA RM Lazio 001xx (da 00118 a 00199) 000xx (da 00010 a 00079)
Rovigo RO Veneto 45100 450xx (da 45010 a 45039)
Salerno SA Campania 841xx (da 84121 a 84135) 840xx (da 84010 a 84099)
San Marino 47890 (San Marino) 4789x (da 47891 a 47899)
Sassari SS Sardegna 07100 070xx (da 07010 a 07052)
Savona SV Liguria 17100 170xx (da 17010 a 17058)
Siena SI Toscana 53100 530xx (da 53011 a 53049)
Siracusa SR Sicilia 96100 960xx (da 96010 a 96019)
Sondrio SO Lombardia 23100 230xx (da 23010 a 23038)
Sud Sardegna SU Sardegna 09013 (Carbonia) 090xx (da 09010 a 09066)
Taranto TA Puglia da 74121 a 74123 740xx (da 74010 a 74028)
Teramo TE Abruzzo 64100 640xx (da 64010 a 64049)
Terni TR Umbria 05100 050xx (da 05010 a 05039)
TORINO TO Piemonte 101xx (da 10121 a 10156) 100xx (da 10010 a 10099)
Trapani TP Sicilia 91100 910xx (da 91010 a 91029)
Trento TN Trentino-Alto Adige 381xx (da 38121 a 38123) 380xx (da 38010 a 38096)
Treviso TV Veneto 31100 310xx (da 31010 a 31059)
Trieste TS Friuli-Venezia Giulia 341xx (da 34121 a 34151) 340xx (da 34010 a 34018)
Udine UD Friuli-Venezia Giulia 33100 330xx (da 33010 a 33059)
Varese VA Lombardia 21100 210xx (da 21010 a 21059)
VENEZIA VE Veneto 301xx (da 30121 a 30176) 300xx (da 30010 a 30039)
Verbano-Cusio-Ossola VB Piemonte 289xx (Verbania, da 28921 a 28925) 288xx (da 28801 a 28899)
Vercelli VC Piemonte 13100 130xx (da 13010 a 13060)
Verona VR Veneto 371xx (da 37121 a 37142) 370xx (da 37010 a 37069)
Vibo Valentia VV Calabria 89900 898xx (da 89812 a 89868)
Vicenza VI Veneto 36100 360xx (da 36010 a 36078)
Viterbo VT Lazio 01100 010xx (da 01010 a 01039)
Uncategorized

Messaggio non recapitato: perchè la email torna indietro e come risolvere il problema

Talvolta può accadere che inviando una e-mail, questa non venga recapitata. Quando ciò succede, solitamente il mittente è avvisato pressoché immediatamente dal server, dal momento che ci viene restituito quasi sempre un messaggio di errore come risposta.

Indirizzo irraggiungibile

Uno degli errori più comuni è quello 550 5.1.1, cioè di indirizzo irraggiungibile. Il testo che ci viene mostrato in questi casi è più o meno simile al seguente:

Delivery to the following recipient failed permanently:

     [email del destinatario]

The error that the other server returned was:
550 5.1.1: Recipient address rejected: undeliverable address.

L’errore di indirizzo irraggiungibile compare quando il server del destinatario non riconosce la e-mail a cui vogliamo spedire il nostro messaggio, e lo rimanda indietro al mittente. Questo avviene molto frequentemente in caso di indirizzo email sbagliato o quando un sito internet non è più attivo, e il server del provider di conseguenza non riconosce più l’e-mail ad esso associata. Altre volte invece può accadere a seguito di un malfunzionamento del server: in questo caso basterà attendere per poter inviare il messaggio.  Per risolvere il problema nel caso di irraggiungibilità permanente dal server è necessario trovare un indirizzo e-mail alternativo del destinatario a cui vogliamo inviare il nostro messaggio. Questa operazione può essere eseguita anche se il sito non è più raggiungibile, mediante servizi di archivio come la Wayback Machine, che permette di visitare un sito come era nel passato o indagando direttamente nello storico del whois del dominio.

Messaggio rifiutato per Spam

Un altro errore abbastanza frequente è quando un messaggio viene rifiutato. In questo caso la e-mail di errore in ritorno ha in chiara dicitura l’intestazione “Messaggio rifiutato”. Nella maggior parte dei casi succede perché l’indirizzo e-mail del mittente è stato riconosciuto dal server del destinatario come dannoso, e di conseguenza il messaggio viene bloccato come spam e non inviato. Cioè non compare in nessun modo al destinatario.

Questo problema è molto comune tra tutti coloro che gestiscono un sito e si trovano a dover inviare le e-mail automatiche ai propri utenti per mezzo di script automatici. In questi casi per risolvere il problema bisogna rivolgersi direttamente al provider email del destinatario e far includere il proprio indirizzo e-mail nella whitelist, affinchè non il messaggio non sia più contrassegnato come spam ma recapitato al destinatario.

 

 

Uncategorized

Come si ottiene la Cittadinanza Israeliana: tutte le condizioni di eligibilità

L’acquisizione della cittadinanza israeliana è regolata dalla legge nazionale dello Stato di Israele e dal cosiddetto processo del “diritto del ritorno”, ovvero il principio della legge internazionale che garantisce il diritto del ritorno volontario di qualunque persona alla sua nazione di appartenenza, ritorno basato su caratteri di nazionalità, appartenenza o semplicemente ereditari.

Un passaporto Israeliano: dal 1970 l’inglese ha sostituito il francese come seconda lingua di documento

In particolare per Israele questo concilia con la stessa Diaspora, e possono chiedere la residenza tutti coloro che abbiano avi ebraici con una linea di discendenza superiore alle due generazioni. La legge israeliana rimane comunque distinta dalla Legge del Ritorno e l’avere avi ebraici non significa ottenere automaticamente la cittadinanza, bensì essere eligibili per ottenerla.

La cittadinanza può essere anche ottenuta per discendenza diretta di un cittadino di Israele (cittadinanza per discendenza)  o a seguito del matrimonio con un cittadino isrealiano. Per ottenere invece la cittadinanza per naturalizzazione invece occorre aver risieduto per almeno tre anni in Israele nell’ultimo quinquennio.

Uno speciale status riconosce l’eligibilità alla cittadinanza per tutti coloro che abitavano il Mandato Britannico di Palestina prima della formazione dello Stato di Israele.

 

Uncategorized

Numero di cellulare gratis: ecco come ottenerne uno gratuitamente

Un numero gratuito e prontamente utilizzabile: alcuni servizi sul web lo offrono senza dover stipulare abbonamenti. Normalmente infatti il numero di telefono arriva insieme alla Sim Card quando si fa un’abbonamento con una compagnia telefonica, o quando si fa richiesta per un numero di linea fissa. Anche se si vuole fare richiesta per un numero che utilizza la tecnologia VoIP è necessario comunque acquistare pacchetti di abbonamento.

Ci sono però delle aziende online a cui si può richiedere in modo completamente gratuito un numero di telefono. Tale numero è virtuale, cioè utilizza la tecnologia VoIP, ma si può usare benissimo con il proprio cellulare, o collegandolo al telefono di casa, in alcuni casi fino a cinquanta dispositivi contemporaneamente.

Dove richiedere un numero di telefono gratuito

Il logo di inum versione beta

Il servizio gratuito più noto è quello di Google Voice, che permette di ottenere un numero virtuale prontamente utilizzabile: dal 2011 infatti Voice è arrivata anche in Europa. Fate caso comunque al fatto che ad oggi in Europa si può utilizzare soltanto la versione desktop del servizio.

Un’altra società presso cui richiedere un numero gratuito è iNum: una società statunitense che fornisce numeri con prefisso globale +833 a chi ne fa richiesta. Infine Phonebooth Free, un servizio per molti aspetti simile a Google Voice, offre numeri di telefono gratuiti con la possibilità di poter collegare più telefoni e altri dispositivi contemporaneamente.  Nel caso vi trovaste negli Stati Uniti, c’è anche la possibilità di richiedere un numero da CallCentric, che non offre però il servizio in Europa.

 

 

Uncategorized

Numero di telefono gratis: ecco come ottenerne uno in modo del tutto gratuito

L’adattatore VoIP offerto da Google Voice da usare al posto della linea telefonica fissa.

Un numero di telefono personale e gratuito: è questo quanto offrono alcuni servizi online. Solitamente infatti per ottenere un numero di telefono occorre stipulare un contratto con una compagnia telefonica che ci dia un numero fisso od una sim card da inserire nel cellulare, o ancora quando si decide di acquistare un piano VoIP. In tutti questi casi il numero arriva con il servizio che si è deciso di acquistare.

Google Voice, iNum e Phonebooth

Esistono però diverse aziende online che offrono un numero di telefono personale completamente gratuito. Il più noto è senz’altro Google Voice: dal 2011 è arrivato anche in Europa e offre numeri virtuali che si appoggiano su tecnologia VoIP. Ad oggi, comunque, il servizio è utilizzabile solo nella Versione Desktop di Google Voice. Ricordiamo poi il progetto iNum, presso di cui si può richiedere gratuitamente un numero di telefono con prefisso globale +883, e infine Phonebooth Free, un servizio molto simile a Google Voice interessante per il business, che permette di usare un numero con più di cinquanta telefoni collegati contemporaneamente. Un ulteriore compagnia che offre numeri di telefono gratis è CallCentric, ma l’uso è attualmente limitato soltanto negli Stati Uniti.

 

Uncategorized

Moneta Virtuale Italiana: il progetto di Gianluca Biggi per la lira virtuale vince il Best idea award 2017

Un circuito monetario virtuale per venire incontro alle piccole e medie imprese: è questo il progetto del 25enne carrarese Gianluca Biggi, nato con lo scopo di creare un canale alternativo all’euro che permetta di aumentare il fatturato godendo al tempo stesso di un risparmio. La piattaforma del progetto, pagoinlire.it permette di vendere o comprare pagando in crediti lire: un singolo credito lire equivarrebbe ad un euro.

I crediti lire e l’euro

Biggi, laureato in economia aziendale, ha ottenuto il riconoscimento a seguito della partecipazione al programma PhD+ dell’Università di Pisa, finalizzato alla promozione di tutti i giovani imprenditori che frequentano un corso di laurea o sono dottori di ricerca. L’idea di pagoinlire.it – spiega Biggi – non è un richiamo di nostalgia nei confronti del passato, ma piuttosto una scelta di principio: la lira è infatti nata all’epoca di Carlo Magno come unità non coniata. “L’uscità dall’euro”- sostiene “sarebbe un disastro […]: i crediti lire hanno più che altro un ruolo di sussidio nei confronti dell’euro.

Uncategorized

Lavori che si possono fare da casa: ecco quali sono e quanto puoi guadagnare

Fino a qualche anno fa lavorare da casa era una condizione riservata a pochi: anche le scelte sull’impiego erano modeste e le attività più in voga erano il confezionamento di  pacchi, bomboniere, buste o bigiotteria. Dunque, eccetto il caso di coloro che avevano la fortuna di poter gestire un’attività (spesso ereditata) non in presenza, le possibilità di lavorare da casa erano scarse e limitate.

Con l’avvento di internet però molte cose sono cambiate, e se è vero che da un lato è più difficile trovare un lavoro serio in presenza, c’è anche da dire che sono aumentate a dismisura le possibilità di avviare un vero e proprio lavoro online che permetta, tra l’altro, di racimolare non solo un guadagno da “secondo lavoro”, come si usava spesso dire per i lavoretti eseguiti a casa, ma un vero e proprio stipendio. In certi casi, questo stipendio supera perfino quello di un impiego pubblico, ovvero i 1500-2000 euro al mese.

American Consumer Opinion è l’esempio più noto di servizio di sondaggi retribuiti.

Ma vediamo subito tutte le possibilità che il mondo di internet offre a tutti coloro che desiderano lavorarci. Vi elencherò tutti i servizi presso cui iniziare, anche immediatamente, un’attività che vi permetterà di guadagnare. In primo luogo, è bene ricordare, che ogni conoscenza che avete vi sarà utile, perché potete, in parole povere, venderla “al miglior offerente” creando contenuti.

Sondaggi e Indagini di Mercato

L’esempio più evidente di quanto appena detto è la possibilità di guadagnare compilando sondaggi e indagini di mercato. Tutta questa branca, detta dei “sondaggi retribuiti”, viene gestita da operatori di terze parti che fanno da mediatori tra coloro che finanziano i sondaggi e tutti coloro che li compilano. Il più noto tra questi operatori è American Consumer Opinion: basta collegarsi al sito internet e registrarsi, in modo del tutto gratuito. Vi verranno date un nome utente ed una password con cui potrete accedere al sito e iniziare a compilare sondaggi, qualora siano disponibili. Il guadagno dichiarato dall’azienda è dai 5 ai 70 dollari per ogni sondaggio compilato. C’è da dire tuttavia che non ci sono spesso sondaggi disponibili e che la compilazione, di volta in volta, e a seconda dei prodotti su cui il sondaggio verte, è riservata ad un pubblico di riferimento, che abbia cioè dei requisiti: alle volte sarà dedicato solo alle casalinghe, altre volte ai laureati, altre volte ancora solo alle persone di mezza età. Il pagamento avviene al raggiungimento della soglia di 70 dollari.

Scrittura e Giornalismo Retribuito

Compilare sondaggi però non vi potrà mai portare ad una completa stabilità economica: ed è per questo che dovrete aggiungere altri lavori da fare a casa per poter iniziare ad avere tra le mani cifre a due o tre zeri: per far questo si ci può iscrivere a Blasting News: questo portale online, il più grande esempio di social journalism al mondo, paga per gli articoli che scriverete: il guadagno dipende a seconda del numero dei visitatori che vedranno il vostro articolo, ma vi posso assicurare che non è difficile fare grossi numeri in quanto il giornale è letto da diverse milioni di persone. Inoltre, ci sono certe categorie di scrittura, come il gossip, il lavoro o le notizie di tendenza, che non invecchiano mai ed hanno sempre popolarità. Blasting News paga fino a 150 euro ad articolo, e ci sono diversi autori che mettono su diverse migliaia di euro al mese scrivendo. Il pagamento avviene quando si raggiungono i 50 euro e c’è il vantaggio di poter riscuotere i soldi su Paypal.

 

 

 

Uncategorized

Come trovare una persona senza sapere il cognome

Può sembrare strano, ma a volte capita di dover trovare una persona senza sapere il suo cognome, e avendo a disposizione per la ricerca solo pochi dati come il nome, il luogo in cui abita o cui si trova ed altri dati minori. Sta di fatto, comunque, che la cosa non è impossibile e anzi, grazie alle possibilità che il web oggi ci mette a disposizione, c’è una buona probabilità di riuscire nella ricerca.

Prima di tutto infatti è necessario appuntarsi tutte le cose che si sanno della persona che si vuole cercare, tutto ciò che, anche indirettamente, può servire a rintracciarlo. Una volta radunati tutti questi dati si può iniziare la ricerca. A facilitarci le cose ci sono alcuni strumenti: in primo luogo la ricerca Google, poi Pipl ed anche tutti i principali social network.

Le ricerche di Google

Tutti cerchiamo su Google in maniera molto semplice, scrivendo solamente il testo nella barra di ricerca, ma pochi sanno che ci sono delle funzioni che permettono di specificare più chiaramente cosa si vuole cercare e dove. In questo caso noi utilizzeremo le virgolette (“), che indicano la specificità della ricerca: indicando cioè le parole che si vogliono cercare tra virgolette, Google mostrerà solamente i risultati dove esse sono insieme. Per esempio se scrivo “Antonio Rossi abita a Roma”, i risultati mostreranno solo quelle pagine dove è scritto interamente la frase, senza mostrare quelle dove si parla di “Roma” o di “Antonio Rossi”. In questo modo è possibile rendere più specifica la nostra ricerca ed indicare quindi “nome della persona+luogo” o “nome della persona+interesse” o ancora più dati insieme.

Pipl

Una schermata di Pipl: questo sito permette di cercare persone dai social network e dalle pagine web.

Se le ricerche di Google non dovessero andare a segno, tieni sempre presente che si può usare Pipl, un servizio di ricerca persone che filtra tutti i risultati provenienti dai social network e dalle pagine del web per trovare le persone. Indicando anche solamente il nome di una persona ed il luogo dove abita, è possibile cercare più dettagliatamente con vaste prababilità di riuscita.

Uncategorized

Touch screen rotto? Cosa fare se lo smartphone non risponde più al tocco delle nostre dita

Accorgersi di un touch screen non funzionante è sempre una brutta sorpresa: a volte succede a causa di una caduta accidentale o perchè il cellulare è finito in acqua, ma altre volte il problema si presenta senza alcuna motivazione apparente e non ci permette di usare il nostro cellulare. C’è da dire che in alcuni casi il problema è transitorio, pertanto occorre, prima di tutto, verificare se il cellulare riprende a funzionare una volta riavviato o resettato.

Quando effettuare la sostituzione

Un tipico kit di riparazione acquistabile online: sono inclusi tutti gli strumenti per smontare e rimontare lo schermo del cellulare. Nota bene: lo schermo che si acquisterà non deve essere trasparente come quello in immagine, ma avere anche il touch screen incluso. Vetro e touch screen del cellulare non sono la stessa cosa.

Se così non avviene è bene valutare che molto probabilmente il touch screen dello smartphone si sia rotto. In atto pratico il touch screen è un sottile foglio posto al di sotto dello schermo del cellulare, e può essere sostituito. Per la sostituzione si ci affida di solito ad un centro di riparazione o di assistenza, ma considerandone il costo notevole e in alcuni casi a volte svantaggioso in rapporto al costo del cellulare, con un minimo di sforzo è possibile cambiare il touch screen al cellulare anche da sè.

Nel web infatti è possibile acquistare dei kit di riparazione per gli schermi dei cellulari a prezzi di fabbrica: è possibile acquistare questi kit su Ebay, Amazon o rivolgersi a e-commerce oltreoceano come GearBest, Banggood e Aliexpress, presso cui il prezzo di acquisto è leggermente più basso. Se vuoi sapere come sostituire lo schermo del cellulare con il touch screen o il vetro rotto, ti rimando all’articolo scritto in proposito qualche tempo fa.