Numeri

La correlazione lineare: una spiegazione semplice

Numeri
In matematica, fisica e statistica, e più in generale in tutte quelle discipline in cui si ha a che fare con i grafici si sente spesso parlare di correlazione lineare. Questa particolare condizione si ha tra due variabili, chiamiamole x e y (quelle che si disegnano nel grafico cartesiano), quando tra le due si viene a creare un rapporto costante del tipo: y = ax + b Detto in parole povere, nella correlazione lineare si stabilisce un particolare tipo di rapporto costante tra le variabili x e y. Il rapporto costante più conosciuto tra tutti è senza dubbio y=x , quello del grafico dove x=1 y=1 e x=2 y=2 per intenderci (nella foto). Poi ci sono i casi in cui si mantiene sempre un rapporto costante tra le due variabili ma esse non sono sempre uguali tra loro, per esempio la funzione

Le cifre significative nelle operazioni: una spiegazione semplice

Numeri
Molto spesso nella vita capita di dover misurare qualcosa: è un'operazione non molto difficile in effetti: si prende il metro o il righello e si calcola il valore della misura. Solitamente le misure con cui abbiamo a che fare noi tutti nella vita reale sono o in metri o in centimetri (o al più anche chilometri e millimetri), ma poco spesso sentiamo parlare di altri multipli o sottomultipli del metro. Per esempio se dobbiamo misurare le dimensioni di un foglio A4 avremo 21 centimetri in altezza moltiplicati per 29,7 centimetri in larghezza. In matematica e in fisica invece quando si effettuano misurazioni si ha a volte anche a che fare con situazioni in cui misurare non è tanto semplice (perchè magari  l'oggetto è troppo piccolo o ancora perchè il risultato della misura è frutto di opera