Letteratura Egizia

Massime di Ptahhotep – Testo tradotto in Italiano

Massime di Ptahhotep – Testo tradotto in Italiano

Letteratura, Letteratura Egizia, Libri, Libri antichi
PROLOGO - TRADUZIONE 1 Insegnamento del 2 sovrintendente della città, il visir Ptahhotep, 3 sotto la maestà di Colui che ha il giunco e l’ape, Isesi, che possa vivere nei secoli dei secoli 4 il sovrintendente della città, il visir Ptahhotep, dice: 5 Sovrano, mio Signore, 6 la vecchiaia è sopraggiunta, l’età avanzata si è abbattura, 7 lo sfinimento è arrivato, la debolezza si rinnova. 8 Egli passa ogni giorno a dormire, come ricaduto nell’infanzia. 9 La vista cala, diventa duro d’orecchi, 10 la forza viene meno, il cuore è stanco, 11 la bocca è silenziosa, non parla più, 12 il cuore si nasconde, non si ricorda più di ieri, 13 tutte le ossa fanno soffrire, 14 il buono si trasforma in cattivo. 15 Ogni gusto scompare. 16 L’azione della vecchiaia sul genere umano 17 è cattiva sotto ogni aspetto
Pietra di Palermo – Testo tradotto in Italiano

Pietra di Palermo – Testo tradotto in Italiano

Letteratura, Letteratura Egizia, Libri, Libri antichi
La pietra di Palermo esiste in frammenti (1 a Palermo, in Sicilia, 4 a Cairo e 1 a Londra). È breve, di anno in anno Conti di eventi importanti, soprattutto cerimonie, feste e festival rituali. Un arco di palme si affaccia su ogni registro Che rappresenta un anno. La traduzione di ogni registro Perciò dovrebbe iniziare con l'anno di ... che sarà omessa.   2a riga: parte del regno di un re, più probabilmente Djer (1 ° Dinastia). Registro 1: wD (yt) Hrw ms (w) t inpw, Tour processionale (viaggio illuminato) di Horus, Nascita di Anubis ("Nascita" qui e sotto probabilmente si riferisce all'erogazione a Statuetta dedicatrice o fare uno standard che dopo un rituale Creduto di diventare vivo). Registro 2: Abd 6 hrw 7, 6 mesi e 7 giorni (tempo Periodo dell'anno lasciato a causa della morte
Testi delle Piramidi – Testo completo con traduzione in Italiano

Testi delle Piramidi – Testo completo con traduzione in Italiano

Letteratura, Letteratura Egizia, Libri, Libri antichi
CAPITOLO I Qui hanno inizio gli Incantesimi che narrano l'uscita dell'Anima verso la piena Luce del Giorno, la sua Resurrezione nello Spirito, il suo Ingresso ed i suoi Viaggi nelle Regioni dell'Al di là.   Ecco le parole da pronunciarsi nel giorno della Sepoltura, nel momento in cui, separata dal Corpo, l'Anima penetra nei mondi dell'Al di là.   Salve, o Osiride, Toro dell'Amenti! Ecco che Thoth, Principe dell'Eternità, parla con la mia bocca! In verità io sono il dio grande che accompagna nella sua navigazione la Barca Celeste! Io giungo, al presente, per combattere al tuo fianco, o Osiride! Poichè io sono una di quelle antiche divinità che al tempo della pesatura della parole fanno trionfare Osiride sui suoi nemici (...) O voi, Spiriti divini, che fate pe